Installazione site specific proiezione su tubo plexiglass e sound

Pantaleo Musarò

salentino, è artista autodidatta, poliedrico, muove i primi passi attraverso la pittura figurativa che poi abbandona in nome dell’astrattismo più contemporaneo, attraverso la sperimentazione di materiali sempre diversi.

Sviluppa la propria  ricerca  con l’esperienza diretta sulla materia e la collaborazione-confronto con altri artisti: inizia a dipingere nei primi anni del 1980 seguendo corsi di pittura in istituti privati e in un secondo momento frequentando lo studio del pittore Leonzio Mangione, figura fondamentale per la sua formazione artistica e culturale.

Seguono anni di intenso lavoro che aprono la strada ad importanti collaborazioni: lavora come scenografo per la produzione italo-tedesca del film “Solino”, tra il 1998 e il 2000 alla realizzazione delle fiere d’arte contemporanea “Artistika” e “Since 2003”, in Puglia.

La sua attività incessante e la continua sperimentazione di mezzi e materiali lo hanno visto transitare dall’arte informale e gestuale dei primi anni ottanta alla scultura e installazione fino al video e alla fotografia, dalla quale viene sedotto e con la quale mantiene comunque l’interesse ad interpretare quei temi sociali a lui cari, ai quali aggiunge la necessità di indagare gli stati d’animo dell’uomo, unitamente alla ricerca e alla sperimentazione di una tecnica sempre innovativa, fra analogico e digitale.

 Dal 2000 viene invitato ad importanti esposizioni collettive e personali che danno inizio ad un nuovo percorso della propria vita artistica.