“Mediterraneo”

alluminio, filo di cotone, plastica cm. 50 x 30

La giovane artista napoletana, nota con lo pseudonimo di Re: Merda, intraprende lo studio di Arti Visive e Discipline dello Spettacolo all’Accademia di Belle Arti di Napoli.
Il nuo nome d’arte, Re: Merda, rappresenta un reply ad un’ e-mail che ha come oggetto Merda ed è un’interfaccia tra la persona e l’artista.
Nel 2011 diventa socia-fondatrice dell’Associazione Sarajevo Supermarket, che si batte per la promozione della creatività e delle arti in territori degradati.
L’artista affronta temi quali l’organico e l’artificiale, la comunicazione e il controllo, spaziando in media diversi, tra cui sculture, installazioni, video ed elaborazioni digitali.