Titolo dell’opera: Intarsio B17

Sottotitolo: Bocca / Memorie / Cavità

Misure: 170x90x4cm – Tecnica: Intaglio su tela e smalto

Anno di esecuzione: Giugno 2017

Sinossi

Ci sono geografie che ci appartengono profondamente. Alcune linee rimangono impresse come impronte indelebili. Sono tracce del nostro io, specchio di una storia personale intrecciata alla memoria collettiva. Ricordi atavici riemergono come tracciati, sono le mille rotte a collegare i confini. Questa è una bocca. Mare cavo. Amore e perdizione.

 

 

Biografia
Sonia Giambrone, muove dall’astrazione e dal disegno. Senza soluzione di continuità si sposta dal concreto all’astratto, riportando tutto ad un unico principio. Segni si dispongono ora a definire un volto, un luogo, ora a rintracciare strutture che tutto sostengono, anche il vuoto. L’idea che il vuoto sia uno spazio denso che racchiude in se frammenti, residui di mondo, fa si che questo divenga materia di costruzione indispensabile della tarsia. Gli Intarsi, infatti, superfici di tela, feltro o carta traforate con bisturi, su cui lavora dal 2005, si reggono su quest’equilibrio tra trama e spazio cavo. Fanno del quadro uno spazio nomade che si dispiega creando tessiture dal sapore organico-molecolare generanti altre trame ombrose. A volte diventano mappe, porzioni di mondo e di città, dunque la trama si piega e si tende a far emergere geografie e percorsi.

Nasce a Cammarata in provincia di Agrigento, nel 1975. Studia all’Istituto d’Arte di Palermo e si laurea in Conservazione dei Beni Culturali a Viterbo.
Come illustratrice è nel collettivo Studiovagante, laboratorio di grafica, illustrazione e cartotecnica.

Vive e lavora tra Roma e Viterbo.

Contatti :

+39 389981644
giambronesonia@gmail.com

www.soniagiambrone.com