Raffaele De Martino – Napoli  03/06/1970 – 04/02/2014

http://arthub.undo.net/index.php?action=artista&ida=723&idart=Raffaele+De+Martino

 

 

Raffele De Martino in https://www.artapartofculture.net/2013/06/20/la-mostra-che-non-ho-visto-32-raffaele-de-martino/

….Si tratta di desiderio. La mostra che avrei voluto vedere, ma non ricordo per quale circostanza non ho visto, è collocata in un tempo che si può dire passato. Il 2004.
Eppure..

Si tratta di Hiroshi Sugimoto a Capodimonte, a Napoli.
Affascinato dalle immagini di un fotografo, di cui conoscevo appena il nome sussurrato, avevo costruito un proposito, un appuntamento, un momento in cui mi sarei dedicato alla contemplazione delle opere fotografiche di questo grande maestro giapponese.

E sognavo questi scenari fatti solo di mare e cielo, cielo e mare, oceano, acqua, cielo, aria, solo quello.
Eppure.
Immagini di immensità, di infinito rappresentato in forma bidimensionale e toni di grigio, formati quadrati e grandi dimensioni. Forse un sogno sognato una mostra che ho visto lo stesso.
Ma quello che non ho visto è l’immagine che sa procedere senza spiegare, suscitare senza raccontare. Quasi si trattasse sempre della stessa foto sempre diversa.
L’orizzonte.

Forse non ho voluto vederla, forse quei lavori, quelle immagini quel sentire l’ho percepito così vicino alla mia volontà di fare che ho preferito mancare all’appuntamento e coltivare una mia personale visione dell’orizzonte, di un quadrato fatto solo di cielo e di mare, acqua e aria.

Raffaele De Martino nasce a Napoli

Comincia gli studi di architettura e il lavoro di grafico alla fine degli anni ’80 con gli strumenti tradizionali.
Segue con curiosità e interesse l’ingresso della computer graphics nella progettazione grafica e nel design sin dai suoi esordi coniugandone l’utilizzo con le tecniche manuali tradizionali. Per i suoi progetti di grafica e design, infatti, usa ancora la calligrafia, la fotografia in bianco e nero e la scultura.
Nell’anno 2000 fonda a Napoli lo studio ZUD, di cui oggi è direttore creativo, principalmente come studio di graphic e web design.
Dopo qualche anno ZUD si avvicina al furniture design, alla realizzazione di pezzi unici e all’uso di materiali riciclati, portando avanti una ricerca sulla sottile linea tra arte e design.
La comunicazione visiva è stata dal principio il centro delle esperienze di ZUD e l’ispirazione per i numerosi progetti. Attualmente lo studio si muove tra l’arte contemporanea, la comunicazione e il design.
Raffaele De Martino dedica tempo e passione alla sperimentazione e alla ricerca e nei suoi lavori cerca la leggerezza e la semplicità.